Informazioni Generali

In quanto capitale del Principato delle Asturie, Oviedo e’ anche il nome del territorio comunale in cui si trova la citta’.  E’ la capitale amministrativa della regione e presso la sua universita’ vi e’ un campus internazionale molto conosciuto. E’ il luogo in cui il Cammino di Santiago incrocia la Via Dell’Argento ed e’ una citta’ che possiede un grande patrimonio monumentale e alcuni importanti musei. E’ una citta’ pulita, moderna e ben tenuta, che conserva il fascino e la tradizione delle vere Asturie.

Oviedo fu fondata nel 761 dai Monaci. La chiesa dedicata a San Vincenzo fu una delle prime costruzioni della citta’ che vennero realizzate. Altre furono ordinate dal re Fruela I, il quarto re delle Asturie, ma l’istituzione della citta’ come capitale si deve ad Alfonso II il Casto (791-842), che fu anche colui che diede inizio al Cammino dei pellegrini verso Santiago De Compostela e che supervisiono’ i lavori della Cattedrale e di un palazzo reale. L’architettura fiori’ in questo periodo e ora mostra diverse influenze, soprattutto visigote, romane e nordiche. Ramino I delle Asturie fu colui che promosse la costruzione di diversi edifici nella citta’.

Tra il XII e il XVI secolo la citta’ medioevale si sviluppo’ enormemente, cosi’ come le sue mura, che si sono conservate fino a oggi. Nel 1521 un incendio devasto’ la maggior parte della citta’ e nel XVI secolo si costrui’ un acquedotto per rifornirla di acqua di migliore qualita’. Nel XVII secolo vi fu l’apertura dell’Accademia di Belle Arti (Universita’ di Oviedo) e questo promosse l’espansione urbanistica di Oviedo. Bellissimi palazzi furono costruiti nel XVIII secolo dalla nobilta’ cittadina, mentre il XIX secolo fu dominato dalla crescita industriale e il XX secolo fu importante per lo sviluppo commerciale e amministrativo. Durante la Guerra Civile Spagnola, Oviedo divenne famosa per l’assedio del 1936 da parte delle truppe repubblicane, che duro’ tre mesi.

Monumenti di Oviedo

Visitare la Citta’ Vecchia di Oviedo e’ da considerarsi come un must e li’ si possono osservare costruzioni simili alla Cattedrale con la sua Stanza Santa e, tra i vari monumenti, il teatro Campoamor. Nella citta’ vi sono 12 monumenti nazionali, che mostrano esempi dell’architettura preromanica. L’antico centro storico di Oviedo e’ zona pedonale per cui e’ piacevole girarlo passeggiando. Da non perdere e’ la cattedrale gotica di San Salvatore, che fu costruita nel XIV secolo su quella originale (risalente all’VIII secolo) per ordine di Alfonso II delle Asturie.

Le caratteristiche architettoniche gotiche piu’ rilevanti includono il rosone, la torre e il portico d’entrata. Si dice che conservi il panno che puli’ e copri’ il volto di Gesu’ dopo la crocifissione.

Nella citta’ di Oviedo i luoghi che appartengono al Patrimonio Mondiale comprendono i seguenti importanti edifici: Santa María del Naranjo, San Miguel de Lillo e San Julián de los Prados, tutti monumenti nazionali. C’e’ anche un museo archeologico nella zona antica della citta’, che contiene reperti molto affascinanti e copre la maggior parte della storia delle Asturie dall’Eta’ del Bronzo. L’Universita’ e’ l’ultimo edificio del centro storico prima di giungere ai quartieri piu’ moderni di Oviedo. Ha una facciata plateresca del XVI secolo con un bellissimo chiostro.

Nella parte piu’ antica del centro storico, Cimadevilla, si trova la plaza de la Constitución e la Plaza de Trascorrales, che era l’antico punto d’incontro per gli scambi commerciali. Li’ si trova anche il municipio, risalente al XVIII secolo, e la chiesa di San Isidro. Vi sono molti portici qui intorno, presso i quali viene servito il famoso e naturale sidro asturiano.