Cammini Unesco – Patrimonio dell’umanitá della Spagna

La Spagna é il terzo paese dopo Italia (51) e Cina (50) con il maggior numero di beni dichiarati Patrimonio dell’umanitá (45). Tra di essi vi sono beni culturali, beni naturali e beni misti.
Il titolo di Patrimonio dell’umanitá viene conferito dall’Unesco a luoghi o tradizioni importanti da un punto di vista culturale o naturale per l’ereditá dell’umanitá.
Nella pagina web della Unesco è presente la lista completa e aggiornata dei luoghi e monumenti dichiarati Patrimonio dell’umanitá della Spagna:

http://portal.unesco.org/es/ev.php-URL_ID=45692&URL_DO=DO_TOPIC&URL_SECTION=201.html

San Esteban de Ribas de Sil

ribeira-sacra-san-esteban-de-ribas-de-sil

Per un viaggio alla scoperta di questi luoghi di grande valore storico e culturale, vi proponiamo diversi itinerari:

  • Via de la Plata (via dell’argento): si compone di due parti: una è la via romana che da Astorga porta a Merida, e l’altra che da Merida conduce fino allo sbocco del Guadiana in Ayamonte. Lungo la Via de la Plata si possono osservare grandiose opere del passato come i ponti costruiti all’epoca dei romani.
  • Itinerario cittá Patrimonio dell’umanitá della Spagna: Cordoba, Úbeda e Baeza (in Andalusia); Ibiza (nelle Baleari); San Cristóbal de La Laguna (nelle Canarie); Ávila, Salamanca e Segovia (in Castiglia e León); Toledo e Cuenca (in Castiglia-La Mancia); Tarragona (in Catalogna); Cáceres e Mérida (in Extremadura); Santiago di Compostela (in Galizia); Alcalá de Henares (nella comunitá di Madrid).
  • Itinerario della Ribeira Sacra: una zona importante per la ricchezza archeologica e architettonica, in cui si possono visitare: il monastero di San Esteban de Atán, Santa Cristina de Ribas de Sil, San Esteban de Chouzán e San Esteban de Ribas de Sil.
  • Cammino di Santiago: un lungo percorso a piedi attraverso i piú bei paesaggi del nord della Spagna, che conduce alla cittá di Santiago di Compostela. Si puó cominciare il percorso da: Aragón, Navarra, País Vasco, La Rioja, Castiglia e León, Cantabria, Asturie e Galizia.
  • Itinerario alla scoperta della Cueva (caverna) di Altamira e dell’arte rupestre paleolitica del Nord della Spagna:
    In Cantabria: Cueva de El Pendo in Camargo; Cuevas del Monte Castillo in Puente Viesgo; Cueva de Covalanas in Ramales de la Victoria; Cueva de La Garma; Cueva de Chufín in Rionansa; Cueva de Hornos de la Peña in San Felices de Buelna; Cueva de Altamira in Santillana del Mar.
    Nelle Asturie: Cueva de la Covaciella in Cabrales; Cueva de la Peña in Candamo; Cueva de Llonín in Peñamellera Alta; Cueva del Pindal in Ribadedeva; Cueva de Tito Bustillo in Ribadesella.
    Nel País Vasco: Cueva de Santimamiñe in Cortézubi; Cueva de Ekain in Deva e Cueva de Altxerri in Aya.
  • Itinerario arte rupestre dell’arco mediterraneo della Penisola Iberica: in Andalusia, Aragón, Castiglia La Mancha, Catalogna, comunitá Valenciana, Murcia.

El Escorial

escorial-madrid

Oppure, per approfondire e pianificare una visita alla scoperta dei beni culturali e naturali di una comunità autonoma della Spagna:

  1. In Andalusia:
    Alhambra (fortezza e residenza reale), Generalife (casa di campagna degli emiri che dominarono questa parte della Spagna durante il XIII e XIV sec.) e Albaicín (un quartiere dove si possono osservare molte costruzioni musulmane mischiate con l’architettura andalusa) di Granada;
    Moschea-cattedrale di Cordoba;
    Cattedrale, Alcázar e Archivio delle Indie di Seviglia;Parco Nazionale di Doñana;
    Complesso monumentale rinascimentale delle cittá di Úbeda e Baeza.
  2. In Aragón:
    Architettura mudéjar di Aragón: i monumenti mudéjares si caratterizzano per l’utilizzo dei mattoni e la ceramica smaltata;
    Monte Perdido.
  3. Nel Principato delle Asturie:
    Monumenti di Oviedo e del Regno delle Asturie: Santa Cristina de Lena in Lena e la Camare Santa di Oviedo, la Foncalada, San Julián de los Prados, San Miguel de Lillo e Santa María del Naranco in Oviedo
  4. Nelle isole Baleari:
    Ibiza.
  5. Nelle isole Canarie:
    Parco nazionale di Garajonay;
    San Cristóbal de la Laguna (cittá ricca di chiese ed edifici che risalgono al XVI, XVII e XVIII secolo);
    Parco nazionale del Teide
    ;
    Silbo Gomero
    : linguaggio fischiato dell’isola de La Gomera che sostituisce le vocali e le consonanti con i fischi.
  6. In Castiglia e León:
    Cattedrale e centro storico di Burgos;
    Centro storico di Ávila e chiese fuori dalle mura;
    Centro storico e acquedotto di Segovia;
    Centro storico di Salamanca;
    Las Médulas (antico giacimento aurifero per l’estrazione dell’oro);
    Giacimento archeologico di Atapuerca (le caverne della Sierra di Atapuerca contengono tracce di fossili dei primi uomini che vissero in Europa).
  7. In Castiglia La Mancia:
    Le cittá di: Toledo e Cuenca.
  8. In Catalogna:
    Opere di Antoni Gaudí: Casa Batlló, Casa Milá, Casa Vicens, Palacio Güell, Parco Güell, Sagrada Familia, in Barcellona e Cripta de la Colonia Güell in Santa Coloma de Cervelló;
    Palazzo della musica catalana e ospedale di San Pablo in Barcellona;
    Complesso archeologico di Tarraco (antica cittá romana che oggi si chiama Tarragona);
    Chiese romaniche catalane del Valle del Bohí: chiesa di San Félix de Barruera, Chiesa di San Juan de Bohí, chiese di Santa Maria e San Clemente di Tahull, chiesa di Santa María dell’Assunzione di Coll, chiesa di Santa María di Cardet, chiesa della Nativitá ed Eremo di San Quirce de Durro e chiesa di Santa Eulalia di Erill-la-Vall;
    Patum de Berga: una manifestazione popolare che si celebra durante la settimana del Corpus, tra fine maggio e fine giugno ed è importante per la componente rituale che si tramanda di generazione in generazione dall’epoca medievale.
  9. In Extremadura:
    Centro storico di Cáceres;
    Complesso archeologico di Mérida (antica cittá romana);
    Reale monastero di Santa María di Guadalupe.
  10. In Galizia:
    Centro storico di Santiago di Compostela;
    Muraglia romana di Lugo;
    Torre d’Ercole.
  11. Nella Comunitá di Madrid:
    El Escorial: dove Felipe II fece costruire il Real Monastero di San Lorenzo ed altri edifici usati come residenza reale, Casita del Príncipe con annessi parchi e giardini e Casita del Infante con annessi parchi e giardini. Il luogo si trova nella Sierra de Guadarrama dove vi è una grande biblioteca che conserva, tra gli altri, manoscritti in arabo, ebreo e grego;
    Universitá e centro storico di Alcalá de Henares.
  12. Nel País Vasco:
    ponte di Vizcaya.
  13. La Rioja:
    Monasteri di San Millán de Yuso e di Suso.
  14. Comunitá Valenciana:
    La Lonja de la Seda di Valencia (edifici usati per il commercio della seta);
    Palmeto di Elche;
    Le Fallas di Valencia (feste che si celebrano dal 15 al 19 marzo).