Cantabria è situata nel centro della costa nord spagnola, bagnata dal Mar Cantabrico. Il clima è dolce e umido. La morfologia del territorio è molto varia e spazia dalla costa dove si incontrano piccoli e pittoreschi paesi, spiagge e cale naturali, alle montagne dell’interno nelle cui valli si incontrano le città più grandi.

La regione Cantabrica è molto ricca di corsi d’acqua, che sono una risorsa sia dal punto di vista naturale che economico. La regione conserva vari parchi naturali, per esempio il Parco della Naturaleza de Cabárceno, consistente in un singolare paesaggio dove vivono in semilibertà animali di tutto il mondo. È situato tra Penagos e Villaescusa, in un’antica miniera di ferro. Nel parco si possono fare sports come trekking, bicicletta e pesca nel lago.

Lungo i 280 Km. del litorale cántabro troviamo molte spiagge, una delle attrazioni migliori della regione, che sempre attrae turisti di tutta spagna e non solo. Molte di esse spesso ricevono la bandiera blu della Unione Europea per la purezza ambientale, dimostrando così di possedere un elevato standard di qualità. San Vicente de la Barquera, El Sardinero, Noja, Santoña, Laredo o Castro Urdiales sono le zone migliori.

La capitale cantabra, Santander, situata in una grande baia, è un importante centro turistico e cultura del nord della Spagna. I suoi centri culturali, le sue spiagge e il casinò attraggono tutti gli anni migliaia di visitatori.

A pochi chilometri da Santander si trova Santillana del Mar, una bella località che, con Barcena Mayor, è uno dei posti più antichi della Cantabria. È un paese medievale considerata Congiunto Storico-Artistico dal 1889.

 

L’arte preistorica ha uno dei suoi più importanti monumenti nella cava di Altamira, dichiarata Patrimonio Storico della Umanità dall’UNESCO. Sono a accesso limitato per evitarne il deterioramento e permettono di entrare nell’universo magico della “Cappella Sistina dell’Arte Paleolitica”. Il Museo di Altamira è uno dei più importante a livello internazionale del Paleolitico. In tutta la regione si visitano altre grotte preistoriche, come la Chiesa rupestre di Santa Maria di Valverde.

Le feste tradizionali della regione, l’artigianato e la ricca gastronomia offrono un’attrazione unica al visitante. Il cocido montañés è la versione cantabrica di un piatto che, con molte varianti , si ripete nelle varie regioni di Spagna, con le materie prime vegetali che abbondano in ogni zona : fagioli bianchi, verze, carna di vacca, sanguinaccio e chorizo. Però la base per la alimentazione della Cantabria è il mar Cantabrico, che offre pesce e frutti di mare di gran qualità. Alcune ricette tradizionali come il merluzzo in salsa verde o vongole in pentola sono un esempio della cucina squisita che attende il turista.