Informazioni Generali

Situata al sud della Spagna, la capitale della provincia di Almería ha piú di 181.000 abitanti. È la cittá con piú ore di sole di tutta Europa e la seconda in tutto il mondo. In inverno la temperatura dell’acqua è piú calda della temperatura dell’aria; la temperatura media è di 18,7º C. L’economia di Almería è retta dagli introiti del turismo e dell’agricoltura. Almería è una delle piú importanti aree agricole d’Europa, ed è anche conosciuta come “Orchard of Europe”.
Un’altro fatto importante riguardante Almería è che fu utilizzata in innumerevoli film  come negli spaghetti westerns di Sergio Leone negli anni 60 e 70 ed in Indiana Jones e l’Ultima Crociata. La festa piú importante della città è la feria, che si svolge nel periodo di Agosto.
La Settimana Santa di Almería è una grande celebrazione, e si dice che sia una delle migliori dell’Andalusia.

La Storia

La città ha giocato un ruolo importante per molti secoli, come porto per gli Iberici, i Fenici e i Cartaginesi, ma la città iniziò a fiorire veramente durante il periodo del dominio Arabo. Il sultano Abderramán III decise di costruire un muro attorno alla città, cambiandone l’aspetto.
Almería divenne una delle città più islamiche della penisola e fu, dopo Córdoba, la città pi`influente e più prosperosa dell’ Al-Andalus. Dopo la caduta del califfato, la città properò anche di più e divenne un regno indipendente. In questo periodo la seta più raffinata fu prodotta ed esportata a tutto il mondo Arabo. Le attività commerciali di Almería furono conosciute e rese famose per tutta l’intera Europa occidentale Medievale. Accanto alla produzione di seta Almería fu anche un mercato abbastanza importante per il commercio degli schiavi. Un’altra fonte di guadagno per i commercianti era la vendita del marmo.
In questo periodo numerosi pirati utilizzarono Almería come base per le loro razzie e diedero alla città una reputazione che causó molta paura ai suoi nemici.
Ma nell’anno 1147 il Papa Eugenio III ordinó una crociata contro la città e uni i cristiani dal nord della Spagna e dalla Francia.

Monumenti di Almería

La Cittadella di Almerìa

Un castello murato, costruito per ordine del re Hakim nel X secolo, che servì come costruzione di difesa. All’interno vi erano torri difensive, case e una moschea. La Cittadella aveva tre recinti e ognuno aveva la sua propria funzione. Il primo servì da accampamento militare e rifugio per i cittadini in caso di attacco. Il primo e il secondo recinto erano separati dal Muro della Veglia, sopra il quale fu elevata la Campana della Vela, che annunciava eventi importanti come incendi, pericoli o barche che entravano nella baia. Nel secondo recinto vivevano quelli del governo, le guardie e i servitori. Qui erano anche collocati i bagni, i negozi e la moschea. Il terzo recinto fu costruito dopo la Riconquista di Almerìa, per ordine dei Re Cattolici. Oggi molte parti della Cittadella sono completamente rovinate, ma la maggior parte sono ben conservate e si possono visitare.

La Cattedrale

Il vescovo di Almerìa ordinò la costruzione della Cattedrale dopo il terremoto del 1522. Fu progettata da Diego de Siloè (lo stesso costruttore della Cattedrale di Granada). É in stile gotico e fu progettata come fortezza a difesa della città. Fu terminata nel 1564. Durante il periodo barocco la Cattedrale subì alcuni attacchi da parte di pirati e per questa ragione fu necessario ampliarne le difese e fu così dotata di nuovi armamenti. All’interno si trovano una ancona di stile barocco e la Cappella del Santo Cristo, nella quale si trova il sepolcro di Diego Fernàndez de Villalàn. Non è una cattedrale tipica per la sua forma di fortezza. Vale la pena visitarla.

La Piazza della Costituzione

Originariamente una grande spianata che servì come mercato e zona di bazar e locande per i musulmani. Dopo la Riconquista diventò un mercato ed è il punto di riferimento più famoso, come la Plaza Mayor di Salamanca. Lì si trova il municipio, costruito alla fine del XIX secolo. Al centro della piazza vi è una colonna monumentale di marmo dedicata ai liberali, che nel 1824 tentarono di rovesciare il regime assolutista di Fernando VII.

Booking.com